Mary Poppins e Rocky Balboa, ET e Charlie Chaplin,  sul red carpet anche 007. Il cartone riciclato e riciclabile diventa il simbolo di un amarcord della migliore cinematografia di tutti i tempi; mentre le sedute futuriste con tutto il carico di cartone scenografico diventano lo sfondo ideale per chiacchierare con i protagonisti del festival, da Claudia Cardinale a Stefania Sandrelli, da Michele Placido a Donatella Finocchiaro, passando per la madrina di quest’anno Brooke Logan, attrice della longeva soap Beautiful. Succede a Vico Equense, al Social World Film Festival, dal 29 luglio al 5 agosto 2018.  Sotto i riflettori i racconti di cartone made in casa Formaperta-Sabox.

Si rinnova anche quest’anno l’intesa tra Sabox Network e il Festival internazionale del cinema sociale diretto dal regista e produttore Giuseppe Alessio Nuzzo.

Il network, che fa della sostenibilità ambientale e sociale il proprio punto di forza, ha deciso di aderire alla kermesse cinematografica per testimoniare l’attenzione al sociale, che si declina in un connubio perfetto tra etica ed estetica. Protagonisti, quindi, sono i racconti di cartone, allestimenti di eco-design, totem, sedute e manifesti interamente realizzati in cartone proveniente dal macero della raccolta differenziata dei cittadini campani. Tutti, rigorosamente, riciclati e riciclabili. Oggetti che diventano così racconti di buone pratiche, dalla limitazione dell’impatto ambientale al benessere dei dipendenti, passando per i legami privilegiati con i territori di riferimento.

Dal 2008, in piena crisi rifiuti, l’azienda campana di packaging sostenibile si fa portavoce di una strategia in cui l’idea di impresa si evolve in sostenibilità e sviluppo del territorio. Condivide in pieno, quindi, i principi ispiratori di un festival che guarda con attenzione al territorio, promuovendo una cinematografia socialmente impegnata.

Per l’occasione Formaperta e Sabox  supportano l’evento, tra l’altro, con una serie di sagome a dimensione reale che riproducono i maestri e le dive del cinema internazionale e con una serie di sedute d’autore (firmate da Daniele Iannicelli).

“Abbiamo sposato in pieno la filosofia di un festival che mixa arte, spirito green e impegno sociale perché siamo convinti che i piccoli gesti di ognuno possano diventare qualcosa di importante per tanti”. Queste le parole di Aldo Savarese, amministratore unico Sabox e presidente della Rete per il Packaging sostenibile 100%Campania.

Ci piace ricordare – sottolinea Savarese – come anche per il 2018 Sabox ottiene il rinnovo dell’EPD, (Environmental Product Declaration), che certifica l’impatto ambientale di prodotto, misurato attraverso la metodologia LCA (Life Cycle Assessment). Una garanzia per l’azienda e per coloro che utilizzano il cartone riciclato e riciclabile Greenboxx del gruppo Sabox.